Comunicazione e impegni


Piano sviluppo e coesione Veneto

RELAZIONE FINALE SULL’ATTIVITA’ PROGETTUALE SVOLTA E SUGLI OBIETTIVI RAGGIUNTI


BENE/SERVIZIO


CARATTERISTICHE TECNICHE


FUNZIONALITA’ AL PROGETTO E OBIETTIVI RAGGIUNTI

Macchina chiodatrice automatica mod. SM300_5T

Le caratteristiche tecniche sono ben dettagliate nelle fatture che si allegano. Nello specifico si tratta di una macchina chiodatrice automatica mod. SM300/5T con 6 unità di chiodatura CN90 completa di Kit attacco e portachiodi Jumbo. Ha inoltre una stazione di alloggiamento marcatore InkJet (stampante UI-JET H 1compressa) con regolazione a tre direzioni x/y/z per il corretto centraggio del timbro ed avvicinamento pneumatico sul tappo. E’ inoltre dotata di un gruppo cambio rapido posizionamento blocchi e di una rulliera uscita prodotto L. 1500 mm. E’ un bene che risponde alle caratteristiche richieste dall'Industria 4.0, come specificato nel modulo H allegato.

L'impresa svolge l'attività di costruzione, fabbricazione e lavorazione di imballaggi in legno. Anche in questo settore è necessario procedere con un continuo ammodernamento dei macchinari ed attrezzature aziendali in quanto i clienti richiedono sempre più prodotti finiti in tempi brevi con alta qualità. L'unico modo per poter rimanere competitivi sul mercato è quello di procedere all'ammodernamento aziendale, portando innovazione e digitalizzazione all'interno dell'impresa stessa e del proprio parco macchinari. In ottica di questo progetto di innovazione ed ammodernamento aziendale l'acquisto di questo nuovo macchinario, una macchina chiodatrice automatica, è direttamente funzionale al progetto stesso in quanto ha introdotto innovazione, tecnologia e digitalizzazione all'interno dell'impresa, ammodernando il parco macchinari in modo importante in quanto prima di questo intervento non c’erano macchinari con le innovazioni presenti in questa macchina chiodatrice. Essa all'interno del ciclo produttivo aziendale è importante in quanto produce piedini o ponticelli per pallet ed è ideale per chi ha necessità di produrre diversi modelli nella stessa giornata lavorativa come accade nella nostra azienda. L’alta precisione nell’allineamento di blocchi e tavole ne facilita l’utilizzo in successive fasi di assemblaggio automatizzato, anche nei casi in cui il sistema richieda tolleranze strette. Il software permette di impostare il numero di piedini (slitte o ponticelli) da produrre e monitorizza lo stato di avanzamento del lavoro. Grazie a questo investimento l'impresa ha raggiunto i suoi obiettivi, avendo i seguenti vantaggi ed innovazioni tecnologiche all'interno dell'azienda: – alta produttività, riduzione ed ottimizzazione dei tempi di lavoro, grazie al fatto che il carico delle tavole e dei tappi avviene senza interrompere il ciclo produttivo; – si ha una velocità nel cambio di formato dell'imballaggio grazie ad un sistema semplice di guida tappi e posizionamento delle teste di chiodatura che facilita e velocizza il cambio formato, portando anche qui ottimizzazione e riduzione dei tempi di lavoro ed efficientemento del processo di lavorazione aziendale; – si ha un'elevata precisione ed una maggiore qualità di lavorazione grazie al perfetto allineamento di tavole e tappi durante la chiodatura; – si ha una maggiore sicurezza sul posto di lavoro grazie agli innovativi dispositivi per la massima sicurezza degli operatori aziendali. In conclusione l'acquisto di questo nuovo macchinario ha permesso un salto importante di qualità dell'impresa, sia sotto l'aspetto di modalità e processi di lavoro aziendale (grazie all'ottimizzazione dei tempi di lavorazione e all'aumento della qualità della lavorazione stessa) sia sotto l'aspetto di innovazione, ammodernamento del parco macchinari e digitalizzazione dell'impresa, che ha iniziato un percorso di transizione 4.0 in modo da rendere in futuro tutti i macchinari e software aziendali interconnessi tra loro per rendere tutta la struttura aziendale completamente collegata e tecnologicamente avanzata.

Centro di lavoro a controllo numerico ROVER A FT 1536

Nello specifico si tratta di un Centro di lavoro a controllo numerico ROVER A FT 1536. Si riportano qui alcune delle principali caratteristiche del bene, ossia: – Dimensioni Tavola HFT o FTPLUS: X=3765mm; Y=1560mm – Gruppo di continuità (UPS) per il PC della macchina. In caso di interruzione di corrente elettrica garantisce il funzionamento del PC per altri 7 - 10 minuti, in funzione delle condizioni di esercizio, in modo da consentire il salvataggio dei dati. – Consolle Remotata cablata: pulsantiera di controllo che rende disponibili le funzioni principali necessarie nelle fasi di preparazione dell'area di lavoro e di attrezzaggio dei gruppi operatori e dei magazzini portautensili; – Sistema di illuminazione interno alla protezione dei gruppi operatori. Grazie ad una banda a led, l'area in cui lavora l'utensile viene illuminata, per favorire un'ottima visibilità anche in caso di ambiente scarsamente illuminato – Impianto di lubrificazione automatica: ad ogni intervallo di tempo impostato sul controllo numerico, la pompa invia automaticamente il lubrificante agli organi di movimentazione e scorrimento, senza fermo macchina, eliminando l'intervento dell'operatore. Quando la quantità di lubrificante nel serbatoio scende al di sotto del livello minimo viene visualizzato un messaggio di warning sul monitor del controllo numerico. – Carena di protezione dei gruppi operatori: include una protezione rigida in lamiera e policarbonato, fissata attorno al trave della macchina e traslante con esso, in grado di proteggere l’operatore da eiezioni accidentali. – Piano di lavoro FT PLUS – 1536: il piano di lavoro in stratificato fenolico (spessore circa 33 mm) racchiude un ampio reticolo di distribuzione del vuoto con canali di profondità 15 mm in grado di garantire il massimo sfruttamento della portata disponibile e un elevato grado di vuoto in tutti i punti della tavola. Il piano si presenta esternamente con un reticolo lavorato a passo 30 mm per un alloggiamento rapido della guarnizione di tenuta o di moduli standard di bloccaggio tramite un adattatore: sull'intero piano sono previsti passaggi del vuoto (D = 12mm) ad interasse 150 mm con tappi di chiusura rapidi e funzionali. Il piano è alimentato sulla faccia sottostante tramite tubi e bocchettoni di 60 mm di diametro. * Include il pannello martire in MDF di spessore 12 mm * Obbliga la selezione del Multizona – Battuta lineare ad alta precisione - Taglia xx36/xx43 Le battute costituiscono una linea continua di riferimento ad alta precisione lungo tutta la lunghezza X del piano macchina sul lato posteriore o anteriore del piano di lavoro. E’ un bene che risponderà alle caratteristiche richieste dall'Industria 4.0, come specificato nell’Allegato H allegato.

L'impresa svolge l'attività di costruzione, fabbricazione e lavorazione di imballaggi in legno. Anche in questo settore è necessario procedere con un continuo ammodernamento dei macchinari ed attrezzature aziendali in quanto i clienti richiedono sempre più prodotti finiti in tempi brevi con alta qualità. L'unico modo per poter rimanere competitivi sul mercato è quello di procedere all'ammodernamento aziendale, portando innovazione e digitalizzazione all'interno dell'impresa stessa e del proprio parco macchinari. In ottica di questo progetto di innovazione ed ammodernamento aziendale l'acquisto di questo secondo nuovo macchinario, un Centro di lavoro a controllo numerico ROVER A FT 1536, è direttamente funzionale al progetto stesso in quanto introdurrà innovazione, tecnologia e digitalizzazione all'interno dell'impresa, ammodernando il parco macchinari in modo importante in quanto attualmente non ci sono macchinari con le innovazioni presenti in questo centro numerico per quanto riguarda questa specifica lavorazione aziendale. all'interno del ciclo produttivo aziendale è importante in quanto si occupa delle lavorazioni Nesting, ossia tutte quelle lavorazioni di taglio di pannelli/legno piani mediante una fresa, che ha portato al raggiungimento dell'obiettivo di ottenere il maggior numero possibile di sagome dal pannello/legno, riducendo al minimo gli scarti. Grazie alla sua compattezza e alta prestazionalità e con una struttura Gantry, il nuovo macchinario offre tecnologia di alta gamma garantendo massima precisione in ogni lavorazione. Grazie a questo investimento l'impresa ha, tra gli altri, i seguenti vantaggi, innovazioni tecnologiche e obiettivi raggiunti all'interno dell'azienda: – Massima visibilità del gruppo operatore da qualsiasi posizione grazie alla banda a led a 5 colori indicanti lo stato della macchina in tempo reale permette il controllo dello stato macchina da parte dell’operatore in qualsiasi momento; – Movimentazione verticale delle bandelle di protezione: si tratta di un movimento pneumatico che solleva le bandelle durante i movimenti con gruppi operatori in posizione di parcheggio e durante le fasi di carico e scarico. Questo garantisce maggiore sicurezza per gli operatori aziendali e un aumento notevole della produttività aziendale; – massima automazione di tutto il processo produttivo, dal carico del pannello grezzo da lavorare allo scarico del prodotto finito finale. In conclusione l'acquisto di questo nuovo macchinario ha permesso un salto importante di qualità dell'impresa, sia sotto l'aspetto di modalità e processi di lavoro aziendale (grazie all'ottimizzazione dei tempi di lavorazione e all'aumento della qualità della lavorazione stessa) sia sotto l'aspetto di innovazione ammodernamento del parco macchinari e digitalizzazione dell'impresa, che ha iniziato un percorso di transizione 4.0 in modo da rendere in futuro tutti i macchinari e software aziendali interconnessi tra loro per ottenere tutta la struttura aziendale completamente collegata e tecnologicamente avanzata.

Impianto di Chiodatura Bridge 2500 x 15740/4T/15,5

Le caratteristiche tecniche sono ben dettagliate nelle fatture allegate. Nello specifico si tratta di un impianto di Chiodatura Bridge 2500 x 15740/4T/15,5. Si riportano qui alcune delle principali caratteristiche del bene, ossia: una configurazione ad hoc e su misura per la nostra azienda, con 4 teste motorizzate in versione “Terna”; n. 7 unità di chiodatura CN55; n. 5 unità di chiodatura CN90; n. 5 unità di chiodatura CN130. Tutte queste unità di chiodatura sono complete di Kit attacco e Portachiodi Jumbo. Si avranno poi n. 5 unità di chiodatura CN160 e n. 6 unità di graffiatura; entrambe queste due unità sono complete di Kit attacco. Si avrà poi un tavolo grigliato da 2,5 x 7 m e un tavolo personalizzato per ribattitura da 2,6 x 7 m, un laser scanner. E’ un bene che risponde alle caratteristiche richieste dall'Industria 4.0, come specificato nel modulo H allegato.

L'impresa svolge l'attività di costruzione, fabbricazione e lavorazione di imballaggi in legno. Anche in questo settore è necessario procedere con un continuo ammodernamento dei macchinari ed attrezzature aziendali in quanto i clienti richiedono sempre più prodotti finiti in tempi brevi con alta qualità. L'unico modo per poter rimanere competitivi sul mercato è quello di procedere all'ammodernamento aziendale, portando innovazione e digitalizzazione all'interno dell'impresa stessa e del proprio parco macchinari. In ottica di questo progetto di innovazione ed ammodernamento aziendale l'acquisto di questo terzo ed ultimo macchinario, una macchina chiodatrice Bridge, è direttamente funzionale al progetto stesso in quanto ha introdotto innovazione, tecnologia e digitalizzazione all'interno dell'impresa, ammodernando il parco macchinari in modo importante in quanto precedentemente non c’erano macchinari con le innovazioni presenti in questo impianto di chiodatura. Esso all'interno del ciclo produttivo aziendale è importante in quanto produce imballi diversi come gabbie, casse, pianali, flange, selle, pallet, recinzioni, steccati per giardino e altro, in tempi ridotti. Il macchinario è configurato “a ponte” passante su vari tavoli indipendenti permettendo di eseguire diversi programmi di chiodatura, foratura o fresatura nello stesso ciclo di lavoro, dislocati in punti diversi lungo i banchi di lavoro. Il sistema a più tavoli di lavoro facilita il lavoro dell’operatore per il carico e scarico dei prodotti voluminosi. Grazie a questo investimento l'impresa ha ottenuto i seguenti vantaggi, obiettivi raggiunti ed innovazioni tecnologiche all'interno dell'azienda: - alta produttività, riduzione ed ottimizzazione dei tempi di lavoro, grazie al fatto che si ha un ciclo produttivo ottimizzato grazie all'esecuzione contemporanea di più programmi di lavoro; – si ha una versatilità e facilità nella lavorazione in quanto il movimento indipendente delle unità di sparo permette la realizzazione di imballi diversi nello stesso ciclo di lavoro. Semplicità e velocità si ha anche nel cambio formato di lavoro; – si ha una maggiore sicurezza sul posto di lavoro grazie all’elevato standard dei dispositivi di sicurezza che garantiscono la protezione degli operatori sia dal movimento della macchina che da quello delle unità di sparo; – grazie alla progettazione ergonomica del macchinario il sistema a più tavoli di lavoro semplifica il carico e scarico del prodotto e permette all’operatore di muoversi attorno ad essi in totale sicurezza e in modo più facile e comodo; Infine l'ottimizzazione del ciclo di lavoro si ha anche grazie all' evoluzione del software applicativo con l’ausilio di puntatori Laser che permette all’operatore di ridurre il tempo nel set up dei programmi di chiodatura o foratura lungo il banco di lavoro. I programmi di chiodatura possono essere creati dal pannello operatore o dall’ufficio tecnico. Il software permette l’impostazione dei pezzi da produrre e monitorizza lo stato di avanzamento del lavoro. In conclusione l'acquisto di questo nuovo macchinario ha permesso un salto importante di qualità dell'impresa, sia sotto l'aspetto di modalità e processi di lavoro aziendale (grazie all'ottimizzazione dei tempi di lavorazione e all'aumento della qualità della lavorazione stessa) sia sotto l'aspetto di innovazione, ammodernamento del parco macchinari e digitalizzazione dell'impresa, che ha iniziato un percorso di transizione 4.0 in modo da rendere in futuro tutti i macchinari e software aziendali interconnessi tra loro per ottenere tutta la struttura aziendale completamente collegata e tecnologicamente avanzata.

Certificazione ISO 50001

È stato realizzato il progetto di Certificazione ISO 50001 – Implementazione del sistema di gestione per efficientamento energetico.

L'impresa ha realizzato un percorso di certificazioni ambientali e di efficientamento energetico che permettono di migliorare la gestione del processo e del prodotto aziendale. Grazie a questa certificazione si sta aumentando l'efficienza energetica aziendale, riducendo i costi energetici e a migliorare le prestazioni energetiche aziendali. In un momento storico come questo dove l'aumento del costo dell'energia e delle materie prime è esponenziale e fuori controllo, diventa fondamentale per l'azienda procedere con delle politiche energetiche ben studiate ed analizzate, in modo da poter far fronte a questi rincari e riuscire a garantire ai clienti dei prezzi ancora concorrenziali.

Certificazione ISO 14001

È stato realizzato il progetto di Certificazione Ambientale ISO 14001.

L'impresa ha realizzato un percorso di certificazioni ambientali e di efficientamento energetico che permettono di migliorare la gestione del processo e del prodotto aziendale. Grazie a questa certificazione si ha ora un'idea chiara delle politiche ambientali dell'azienda per migliorare lo stato dell'azienda sotto l'aspetto ambientale ponendosi degli obiettivi ambientali da raggiungere in futuro ed elaborando i relativi programmi per il conseguimento degli stessi.

TOTALE DELLA SPESA FINALE AMMESSA PARI AD EURO 495.000,00 CON UN CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO RICONOSCIUTO PARI AD EURO 148.500,00